Nexus 6: una batteria che si ricarica in pochi minuti !

Nexus 6: come ricaricare la batteria in un quarto d’ora !

Nexus 6 è il primo ad adottare una tecnologia di ricarica rapida che consente di ottenere 6 ore di autonomia ricaricando la batteria per soli 15 minuti.

Google ha appena presentato il Nexus 6, smartphone con Android 5.0 Lollipop costruito in cooperazione con Motorola, che presente una caratteristica decisiva per gli utenti: ha una batteria che si ricarica in un istante, in grado di fornire 6 ore di autonomia con soli 15 minuti di carica.

La tecnologia di ricarica rapida del Nexus 6 è uno dei punti di forza del nuovo phablet Android; è alimentata dal sistema Qualcomm Quick Charge 2.0 e dal Turbo Charging di Motorola, entrambi già noti alla seconda generazione del Moto X.

Secondo quanto dichiarato il Nexus 6 offre «fino a 6 ore di utilizzo con soli 15 minuti di ricarica. Con una grande batteria da 3220 mAh, avremo più di 24 ore di utilizzo con una ricarica completa». L’autonomia generica è dunque più o meno simile ad altri dispositivi concorrenti top di gamma, ma la possibilità di usarlo per sei ore con una ricarica tanto rapida farà sicuramente molto comodo.

Nexus 6 come ricarica la batteria in un quarto d'ora

Google Nexus 6 con Quick Charge 2.0 (immagine: Google).

La tecnologia Quick Charge 2.0 progettata da Qualcomm «può ricaricare i dispositivi fino al 75% più velocemente». Il Nexus 6 di Google e Motorola sarà in vendita al prezzo di 649 dollari per il modello da 32 GB di storage, mentre quello da 64 GB sarà acquistabile a 699 dollari: il costo abbastanza alto ma giustificato dalle ottime caratteristiche pensate per tale terminale.

Nexus 6 è infatti un phablet con schermo da 5,96 pollici (risoluzione QHD, da 3560×1440 pixel), con un design semplice ed elegante e con una scocca resistente all’acqua. Basato sul nuovo sistema operativo Android 5.0 Lollipop, prevede un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 805 da 2,7 Ghz, 3 GB di RAM, fotocamera frontale da 2 megapixel e fotocamera posteriore con sensore da 13 megapixel, affiancato da doppio flash LED e da un sistema di stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS).

Condiviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.