Come risparmiare giga con Netflix o Spotify ecco la guida completa

Guida completa e trucchi su come risparmiare giga guardando Netflix o Spotify, scarica video e musica sul tuo smartphone per risparmiare dati

I servizi di streaming sono una fantastica novità, permettono di visionare le nostre serie TV preferite quando lo desideriamo, senza limiti di orario, però è noto a tutti che lo streaming come Netflix o  Spotify assorbe giga del nostro piano tariffario, quando non siamo connessi con il WiFi

Negli ultimi anni c’è stato un fiorire di servizi di video e di musica in streaming. Oltre a YouTube, la pietra miliare dello streaming online, partito come normale servizio di video in streaming ora è divenuto un fornitore di servizi audio/video a 360° trasmettendo addirittura concerti in diretta, si sono affermati servizi Netflix per le serie TV e Spotify per la musica in streaming. In un settore che sta crescendo a ritmi vertiginosi, i due servizi di video e musica in streaming sono apprezzati dal grande pubblico grazie alla quantità e qualità dei contenuti, soprattutto per Netflix, osannato dagli amanti delle serie tv (anche se è arrivata la corazzata Amazon con il suo servizio Prime Video).

Ascolti musica dal cellulare ? Hai mai pensato ad un bel paio di casse da collegare senza fili ? Guarda qui le offerte per te !

Se i servizi di musica e video in streaming ci permettono di vedere e ascoltare ovunque i nostri contenuti preferiti, dall’altro spremono allegramente il nostro piano tariffario. Infatti, nonostante le tante offerte che hanno aumentato il numero di gigabyte di dati da poter utilizzare ogni mese, sono pochi coloro che riescono ad arrivare a fine mese con qualche giga residuo, a proposito, leggi qui quanti giga consuma una partita o film in streaming.

servizi come Netflix e Spotify hanno aumentato a dismisura il traffico dati mobile: se non si è connessi alla rete Wi-Fi di casa, la visione di una puntata della propria serie tv preferita consuma una gran parte dei gigabyte a disposizione del proprio abbonamento mensile. Fortunatamente sia Netflix sia Spotify permettono di risparmiare il traffico dati cambiando alcune impostazioni riguardanti la qualità dei brani e del video. Ecco cosa fare per consumare meno dati utilizzando Netflix, YouTube e Spotify.

Netflix come risparmiare giga guardando le serie TV

Netflix vuole bene ai suoi utenti tanto che permette a costoro di risparmiare giga smanettando sui settaggi di alcune impostazioni del proprio account Netflix. La prima impostazione da modificare può essere il limite massimo di consumo di dati in un’ora: ogni utente, in funzione del proprio piano tariffario potrà scegliere tra una soglia massima di 300 MB, di 700 GB o di 3GB. Ovviamente ad un consumo maggiore di dati corrisponde una maggior qualità dell’immagine, ma la qualità si paga in giga.

Questo tipo di impostazione, però, può essere modificata solo da PC. Quindi se volete vedere la vostra serie tv preferita tramite l’applicazione mobile, dovrete entrare nelle impostazioni del vostro account e abilitare l’opzione che consente a Netflix di adattare la qualità al vostro traffico dati, vi assicuriamo che è una procedura semplice.

Infine, Netflix consente agli abbonati di scaricare i film e le serie tv presenti nella libreria, sul vostro smartphone o tablet, quindi il trucchetto per risparmiare giga potrebbe essere quello di far partire il download quando si ha la possibilità di collegarsi ad una rete Wi-Fi e vedere tranquillamente i propri contenuti preferiti senza consumare giga.

Spotify come risparmiare giga ascoltando musica

Il famosissimo servizio di musica in streaming permette ai suoi utenti di impostare la qualità dei brani in funzione del traffico dati e quindi dei giga disponibili. Più la qualità è bassa (si va da un minimo di 96 kbit/s a un massimo di 320 kbit/s) minore saranno i giga consumati. Infine, gli utenti Premium potranno scaricare le canzoni dei propri artisti preferiti ed ascoltarle offline, e qui vale lo stesso trucchetto per Nteflix, se fate il download sotto WiFi potrete risparmiare giga e poi ascoltare la vostra musica preferita quando e dove volete.

Quindi abbiamo visto che è possibile risparmiare giga con Netflix o Spotify, se l’articolo ti è stato utile mi faresti il favore di condividerlo ?

 

Condiviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.